L’estasi della musica

morriconeHo perso il conto delle volte che ci sono andata. Ormai conosco a memoria la scaletta, che è sempre più o meno la stessa, e conosco a memoria “il rituale di scena”. Tuttavia, sto sempre attenta a verificare che ci sia una nuova data e, puntualmente, acquisto sempre per tempo il biglietto. Perché penso che regalarsi certe emozioni sia giusto e sarebbe non giusto perdersi un’occasione del genere.
Tre serate di concerti all’Auditorium Parco della Musica di Roma per l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretta dal maestro Ennio Morricone, nell’esecuzione delle musiche da film da lui stesso composte.

Continua a leggere “L’estasi della musica”

Il tempo ingoiato

download

Che devo fare?!
Lo so, lo so, poggiate forconi e torce… lo so che siamo rimasti fermi a Giugno… ma qua uno sono. E quando sto nel delirio purtroppo non riesco a dare i resti a tutti. Clonatemi oppure uccidetemi…
Mi sono anche preso a schiaffi da solo in questi giorni per il tempo fagocitato  e perduto con voi. Giù quel dildo tu!!!
Ora ci provo a rimettermi in carreggiata…magari quell’entità schifose di G.P. e David si svegliano e contribuiscono (altrimenti vado a trovarli con il napalm); magari qualcuno di voi prende la decisione di voler collaborare; intanto io provo a rimettere BIB in carreggiata.
Sì lo faccio, lo faccio! GNE GNE. Sì.
Mo’ fateme lavorà…

Daghe!

ALex

 

L’ultimo bacio del Principe

 

Prince-announce (1)

Fa sempre uno strano effetto quando ascolti alla televisione o quando leggi da qualche parte della scomparsa di un cantante famoso, di un attore, di un artista in generale. Fa sempre uno strano effetto non tanto per la scomparsa dell’artista in sé, perché, come accade per la stragrande maggioranza di noi, non si è mai avuto un rapporto diretto con quella persona e quindi non si può parlare di una perdita affettiva che arriva all’improvviso. Fa invece uno strano effetto per i ricordi e le sensazioni che la notizia riesce, di colpo, ad evocare.

Continua a leggere “L’ultimo bacio del Principe”

15 anni di Back in Black (David)

davc

Io sono il piccolo, l’ultimo nato, il cucciolo del branco.
Arrivato per sbaglio a Back in Black, come ospite, una sera qualunque per buona grazia di Alex e G.P.
Le serate poi sono diventate due, poi tre, poi è arrivato il blog, poi un programma, le interviste, i concerti, le recensioni, le risate, gli scazzi, gli scleri e i miei “puntualissimi ritardi” nel consegnare il materiale in redazione.

Me la ricordo bene la prima volta: microfono aperto, un po’ di imbarazzo, Keith Richards come sottofondo e fu magia.
La radio è così, non si può raccontare, va vissuta.

 

Continua a leggere “15 anni di Back in Black (David)”

15 anni di Back in Black (G.P.)

gpIn alto i cuori!
Si dice buon compleanno in questi casi, quindi buon compleanno a noi.
Back in Black, che si voglia o meno, è ormai quindicenne. Varcando un dì le soglie del nuovo millennio, inizialmente con timido sproloquiare, la dinamica ha poi via via caratterizzato in maniera certamente singolare il palinsesto di Radio Centro Fiuggi fino ad oggi.

Continua a leggere “15 anni di Back in Black (G.P.)”

#losclero: spazio alla tua voce

american_psychoNon siamo molto intelligenti e furbetti e da 15 anni lo dimostriamo costantemente facendo e dicendo cose che in molte altre trasmissioni sarebbero costate l’ergastolo, la fucilazione e la sodomia con Gorilla Alpha ai conduttori/autori del programma… ma, c’è sempre un ma, siamo convinti di aver detto e fatto tutte queste cose sempre con una vena e un’attenzione sarcastica che permette di discettare su qualsiasi cosa seppure con note demenziali.
Ora tocca a voi…

Continua a leggere “#losclero: spazio alla tua voce”