LA FAMIGLIA FANG di Kevin Wilson

 

cop-1

L’arte è sangue, sudore, sacrificio.

Viverla, respirarla, entrarne nei pori fino a confondersi con essa e saper trovare conforto nei suoi angoli bui comporta una dedizione totale, una folle e spietata abnegazione che trascina mente e cuore in un vortice che spinge la testa verso il pavimento della performance e poi la rialza violentemente verso il soffitto degli applausi.

Ma l’Arte di Camilla e Caleb Fang ha una spinta emotiva e viscerale che renderebbe un “simpatico guitto”, qualsiasi grande attore che professa l’assoluta e l’unica importanza del suo mestiere nella sua vita, perché l’Arte dei Fang è folle, anarchica, estrema. La coppia di coniugi vuole spiazzare con le sue azioni – impreviste e disturbanti- le persone che le vivono, rendendo queste non mere spettatrici, ma assolute protagoniste delle assurde messe in scena dei due. La realtà viene distorta, tirata come un palloncino rotto, fino a sentire il rumore della gomma che sta per spezzarsi, fino ad annusarne l’odore acre e disperato del colore che si sta infrangendo; la realtà diventa un quadro blando da tagliare a fondo per mostrare davvero cosa c’è dietro, oppure, semplicemente, da tagliare per causare una reazione in chi osserva.

In questo progetto totalitario, che non ammette dubbi o reticenze crescono Annie e Buster Fang, i due figli che entrano “di forza” nelle performance genitoriali. I “famosi A e B”. Spersonalizzati, resi buffi esempi di complicità famigliare indotta.

Attraverso flash back che raccontano questa folle adolescenza dei due fratelli (anni dopo un’attrice e uno scrittore, disadattati come Mercoledì e Pugsley) e il loro rapporto con i “parenti”, Wilson scrive un libro straordinariamente divertente, capace di strappare risate amarissime o di puro gusto, in un percorso che conduce al di là del cuore, dell’amore e dei legami, eliminando qualsiasi scenografia mentale e denudando completamente l’anima. In tutta la sua crudele essenza.

Un romanzo in cui la famiglia assume una nuova forma.

Oltre la narrativa. Una performance!

L’Alchimista
ALex

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...