Not a good sign- FROM A DISTANCE

Il prog ci appartiene. Volenti o nolenti noi italiani siamo legati a filo doppio a questo genere che certamente crea sempre discussioni accese tra appassionati di musica o semplici ascoltatori.
I Not A Good Sign, sono una band nostrana che propone un disco di ottimo progressive suonato con grande onestà e meticolosità, addentrandosi in territori di intuizione compositiva che possono ricordare i King Crimson (quelli di The construKtion Light), come i percorsi vocali degli Yes (in Going Down ad esempio), senza risultare però estremisti della cerebralità musicale o dell’architettura della scrittura.
Nelle 10 canzoni, si attraversano momenti di classica innestata nella musica moderna, di prog più “giovane” (Dream Theater), con un risultato molto disciplinato, equilibrato e intrigante. Strumenti e voce si sposano in un balletto misurato che crea un’atmosfera sicuramente unica e riconoscibile.

FROM A DISTANCE è diretto, complice e assolutamente da ascoltare.

ALex
Back in Black
info:backib@libero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: