Io sono Ozzy

Dicevano che non avrei mai scritto questo libro. Che si fottano. Eccolo qui, il libro. Devo solo scavare fra i ricordi…

Cazzate. Non mi ricordo niente.

Comincia così l’autobiografia di uno dei più grandi nomi della storia del rock, del metal, della musica mondiale. Un pazzo completo che tutti ricordano per aver staccato con un morso la testa di un pipistrello a Des Moines-Iowa- città natale degli Slipknot (sarà un caso? Forse no…), oppure per essersi lasciato coinvolgere/comprare da MTV con tutta la sua famiglia avvicinandosi ancora più grottescamente ai suoi fans.

Ozzy Osbourne. Un marchio di fabbrica che se viene ascoltato cambia la vita, con la sua voce nasale, con i suoi Black Sabbath, con la tragica storia del suo chitarrista Randy Rhoads. Su e giù dal mondo, dai palchi, dai bagni di folla.

Ozzy sì è fatto di tutto e non lo nasconde minimamente “Ho fatto il pieno di alcol, coca, acidi, Quaalude, colla, sciroppo per la tosse, Rohypnol, Klonopil, Vicodin e troppa altra roba […]In più occasioni ero fatto di tutte quante contemporaneamente”, è uno che si è sempre sentito diverso, mezzo sciroccato, con disturbi veri, uno però con un’umanità profonda,  capace, attraverso queste pagine, di inondare il lettore con un’energia  che va al di là della musica e della passione per i suoi dischi.

La forza reale di questa splendida autobiografia, che all’uscita balzò subito al secondo posto tra i libri più venduti in America, è la sua rozza essenza terrena, prima dello star system, prima delle folle, della fama, prima e durante e dopo. L’uomo Ozzy vince su tutto, anche sul frontman, su sé stesso. Il suo amore per la vita, per la famiglia (unita come mai vorrebbe una qualsiasi moderna idea perbenista) lo rendono uno di casa, eccentrico ma lodevole, forse addirittura ingiudicabile.

Un libro con una sua discesa divisa in due semplici parti: Le Origini e Ricomincio da capo. Pellicola fatta di carta che fa scrutare il backstage grazie a un inserto fotografico ghiotto, ricco, da guardare e riguardare.

C’è tutto. Per tutti. Per chi è di vecchia data, per chi ha sentito parlare dei padri del doom, per chi lo ha visto apparire in “Morte a 33 giri”, per chi se l’è ritrovato in cyclette su MTV e per chi non può fare a meno di resistere alla splendida foto di copertina che sembra indicare il lettore e gridargli “Ehi tu! Guarda chi c’è qui!”.

Se la sua storia doveva essere raccontata da qualcuno non poteva che essere raccontata dalle sue labbra. E qui troverete soltanto la verità, nient’altro che la verità…

ALex per l’Alchimista
officinaalchemica@libero.it
Ogni mercoledì alle 11.30 e alle 17.00 Libri, cinema e fumetti su http://www.radiocentrofiuggi.it

IO SONO OZZY
Ozzy Osbourne con Chris Ayres
Arcana Edizioni- pp.gg. 319- euro 18,50- 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...