Deicide – “In the minds of evil”

Glenn Benton è un artista controverso per un miliardo di motivi, a cominciare dalle sue visioni filosofico/religiose per finire con quelle musicali.

I suoi Deicide sono una band che non ha mai lasciato spazio al compromesso.

Sono così: o si amano alla follia o si detestano.

L’ultima fatica della band americana è “In the minds of evil” ed è disponibile sotto Century Media.

La cover presenta un dipinto in cui un demone guida un uomo come fosse un burattino, ma troviamo delle catene al posto dei fili.

In basso il titolo del platter, in alto a sinistra lo storico logo della band.

Appena partito il CD si capisce verso quale direzione ci si sta dirigendo: qui non c’è posto per introduzioni sinfoniche o in latino.

Nessuno spazio lasciato agli archi per indorare la pillola, solo una breve frase sussurrata e poi si scatena quello che sarà un attacco frontale per tutta la durata del disco.

Riff tritaossa, batteria e basso a massacrare l’ascoltatore, ma soprattutto la voce di Glenn che è tornata agli antichi splendori.

Le undici tracce di “In the minds of evil” non danno modo di tirare il fiato nemmeno per un attimo: i ritmi sono serratissimi e poi… stop and go, cambi di tempo, di ritmo, assoli mozzafiato tutto nel nome del death metal più duro e cattivo del pianeta.

Le liriche sono come sempre efferate e ricche delle invettive anticristiane tanto care a Glenn Benton.

Il singer sembra aver ritrovato lo smalto dei tempi d’oro.

“In the minds of evil” è un album consigliatissimo ai fan della band ed a chi cerca qualcosa di veramente duro.

Signori… benvenuti all’Inferno!

David Palombi
Back in Black

info:backib@libero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...